#WOMENIRL

#WOMENIRL: Anne-Charlotte, mamma blogger e non solo

21 Mars 2016

Ogni settimana sul blog KISS dedichiamo la nostra attenzione ad una donna. Perché le donne sono audaci, pragmatiche, creative, artiste, ricercatrici, giornaliste, boss (la lista non è finita) e ci ispirano.

Dopo aver incontrato Carole e Perrine, le creatrici di Bloom, ecco Anne-Charlotte, mamma che sa come cavarsela e stilista nata.

Ha fatto parte della prima ondata di blogger e a poco a poco ha saputo farsi strada. Da mamma quale è, riesce ad unire i suoi impegni familiari, con le occasioni da non perdere, i suoi DIY e la sua gioia di vivere. E come dice MyLittleBaby il suo entusiasmo è contagioso.

Pensi che il suo sia un lavoro da favola? Tutto è possibile!

 

DSCF6850-e1447888118731

 

Anne-Charlotte, 30 anni, parigina di adozione, e mamma della piccola Mona di 3 anni e mezzo (è importantissimo per Mona il mezzo). 

Dopo aver fatto studi letterari, ha lavorato in libreria e nell’editoria. Oggi, grazie al blog, è diventata da poco responsabile editoriale di un sito per giovani future mamme.

Perché hai creato il tuo blog? Come ti è venuta l’idea?

Ho creato il blog otto anni fa, quando sono arrivata a Parigi. Ero una studentessa al verde ma con tanta voglia di trovare delle dritte e occasioni nel campo della moda, della cultura e nella creazione. Seguivo dei blog di moda già esistenti, ma non era facile trovare dei blog lifestyle che parlassero un po’ di tutto. Così ho deciso di provarci io!

Cosa ti ha convinto a buttarti?

Un giorno mi è stata offerta una tisana chiamata “Brewhaha”. Mi sono detta che “brouhaha” potesse essere un nome perfetto per un blog e così mi sono lanciata.

Il blog ha cambiato leggermente il tono quando ero incinta: meno uscite, meno mostre, ma più bricolage e storie di vita quotidiana… Ho acquisito nuove lettrici, future giovani mamme con le quali mi sono molto confrontata. Nonostante ciò, preferisco dire che non si tratta di un blog per mamme, anche se faccio parte della categoria. Parlo di libri, di arredo, di momenti in famiglia, di DIY, di viaggi… Mamma sì, ma non solo!

Quella volta in cui ti sei detta «brava»?

Lo scorso dicembre quando ho ricevuto, tramite la mail del bog, una proposta di lavoro per un sito che parla di giovani future mamme. Sono stata orgogliosa di me perché dopo otto anni di blog (e di lavoro duro), ho potuto trovare un lavoro proprio grazie a questo.

Chi ringrazieresti il giorno in cui vincerai un premio per la migliore blogger dell’anno?

Credo che ringrazierei mio marito per le sue critiche sempre costruttive e obiettive; le mie amiche blogger che riescono sempre a darmi buoni consigli e le mie due nonne che non si perdono neanche uno dei miei articoli!

Quale consiglio daresti a tutte coloro che vorrebbero fare come te?

Oggi la blogosfera è ben più esigente di otto anni fa e bisogna avere più di un asso nella manica per essere lette. Innanzitutto, direi a tutte coloro che vogliono creare un blog per ricevere regali che non partono col piede giusto. Consiglio alle ragazze più motivate di trovare il proprio ramo e la propria specificità per distinguersi da ciò che già esiste e di non avere paura di lavorare sodo. È un’esperienza incredibile e un ottimo modo per incontrare persone favolose!

La canzone che ti dà la carica?

Breathe di Telepopmusik, è vecchia ma non mi stanca mai!

Il lavoro più assurdo che hai mai pensato di fare (astronauta, trapezista…)?

Da piccola sognavo di aprire una libreria-sala da tè per bambini. Dopo aver lavorato in libreria e aver conosciuto bene il mondo dei libri e le sue difficoltà, mi sembra un’idea assolutamente utopica. Nutro una grande ammirazione per le persone che si lanciano in questo mondo e le sostengo riempendo la libreria di mia figlia.

Qual è il tuo prossimo progetto?

Per dirla tutta, avrei voglia di fare un altro bimbo, ma bisogna aspettare ancora un po’!

DSCF7778-e1452633714593

www.mybrouhaha.fr