#WOMENIRL

WONDER MOTHER INCINTA

18 Mai 2016

ARTICLE_MAI_IT

Sei incinta? O comunque lo sei stata. (?) Già troppe cose sono state scritte su quest’incredibile periodo della gravidanza e non sto certo qui ad annoiarti e a spiegarti per filo e per segno perché questi 9 mesi siano particolarmente eroici e “wonder-mothereschi”, è evidente.

Vorrei, però, concentrare l’attenzione su una strana mania che hanno tutte le mamme che ti circondano nel momento in cui annunci di essere in stato interessante. No, non quella di raccontarti la loro gravidanza, il loro parto e episiotomia compresa, quando in realtà tu non hai chiesto niente e magari mentre stai mangiando (bleah). Vorrei solo porre l’attenzione sulle quella strana frasetta che tutte, o quasi tutte, ti mormorano con un’aria beata: “GODITI QUESTO MOMENTO…”.

“Goditi questo momento”. Rimani un po’ interdetta. Godere di cosa esattamente…? Della nausea mattutina per cui diventi incapace di mandar giù qualsiasi cosa per cinque mesi? Approfittare per avere quei chili in più che, nonostante la nausea, si accumulano sui fianchi, sulle cosce, sulle braccia (senza senso) con gioiosa regolarità? Godere del fatto che la maggior parte dei vestiti che adori non ti entra più, del fatto che fare sport diventa complicato, delle casse d’acqua che non reggi più, delle visite ginecologiche ogni 5 minuti? Godere del fatto che non puoi più bere una goccia di alcool, che puoi anche dimenticarti il sushi, che devi lavare l’insalata come se fosse radioattiva e cuocere la carne per ore per evitare che un mostro psicopatico ci si nasconda? Godere del terrore che ti assale ogni volta che il bimbo non si muove per 7 secondi? Godere del fatto che hai una paura matta all’idea di partorire troppo presto / troppo tardi / senza epidurale / al contrario / senza mani? Approfittare del fatto che non dormi più, non lavori più, non ti muovi più, non balli più, non… No, davvero, quel famoso “Goditi questo momento” sarebbe uno dei più grandi misteri della gravidanza.

E poi hai partorito. L’hai coccolato. L’hai visto crescere. E hai capito.

Hai capito che alla prossima gravidanza, se ce ne fosse un’altra, approfitteresti veramente di tutto. Dell’incredibile magia di non essere mai sola. Di sapere, ancora prima di sentirlo, che un piccolo esserino sta costruendo il suo nido dentro di te. Godere nel vedere il tuo corpo cambiare, svilupparsi, diventare magnifico, oltrepassare i limiti per costruire una persona. Godere nel vedere quel seno favoloso che è momentaneamente tutto tuo. Sentire quei calcetti che ti dicono “ciao” e godere nell’istante in cui vedi quel rigonfiamento intorno all’ombelico e capisci che è un piede in miniatura. Godere del fatto di essere preziosa, diversa, divina, ancestrale, animale, quasi magica e di vedere negli occhi delle altre un rispetto che sa di nostalgia. Godere di quei momenti di solitudine a due, delle carezze attraverso la pelle, dei battiti cardiaci commoventi nello schermo dell’ecografia. Godere nel preparare la sua cameretta, la valigia, quegli adorabili vestitini. Godere semplicemente di lui, ancora misterioso, sconosciuto, ma già tuo. Godere di tutta questa parentesi geniale e incomparabile. E, in maniera più pragmatica, godere di quei momenti di silenzio, di tranquillità, di riposo, della vita di coppia, del primogenito, prima che tutto venga messo sottosopra. Godere anche del fatto di avere il posto assicurato nel bus, di non fare più la fila in nessun posto, insomma di poter essere una regina, una vera, almeno per qualche mese. Con il più bello dei regni al tuo interno.

Allora vedrai che da quel giorno, quando una tua amica ti annuncerà che è incinta, anche tu le dirai con gli occhi lucidi e la voce tremante, un bel “GODITI QUESTO MOMENTO”. E non importa se lei alzerà gli occhi al cielo, non importa se ti maledirà o se ti prenderà per pazza, perché sai che un giorno farà lo stesso con un’altra amica, come se fosse un testimone che si passa da mamma a mamma.

Goditi questo momento